Bielorussia: due pani.


Ritenemmo che la risposta non potesse essere ulteriormente dilazionata. Aiutare una nazione a uscire da una crisi che è prima di tutto ideale, morale e spirituale è possibile solo con gesti concreti di fraternità. Ecco perché nei tre furgoni che partirono il 6 dicembre 1990 oltre a 54 quintali di latte, pasta, medicine, campeggiavano 157 bibbie.

Fame di pane e fame di bibbie trovammo: "..c’è bisogno di tante cose, ma soprattutto di pane per il corpo e per l’anima", ci disse Padre Marian Chamienia, il giovane sacerdote della Parrocchia di Silovici, nella diocesi di Grondo, uno dei primi preti a cui fu concesso dui esercitare il ministero in Bielorussia dopo la famosa perestrojka.

 

 


Indietro | Indice | Avanti